ricerca educatore

Formazione Badanti e familiari Caregiver 

Servizio trasferimento competenze e psico – educazione per le famiglie

Il servizio di trasferimento di competenze e psico – educazione per le famiglie si rivolge a coloro che hanno un familiare affetto da una patologia neuro – degenerativa (malattia di Alzheimer e altre demenze).

Il servizio Nòmos di trasferimento di competenze e psico – educazione propone alle famiglie la possibilità di un’analisi a domicilio, svolta dalla psicologa, per valutare il paziente dal punto di vista cognitivo e sociale.

L’analisi viene svolta a seguito del colloquio con il familiare di riferimento.

Il paziente viene valutato a domicilio anche nell’ottica di comprendere a fondo quale sia la situazione ambientale e familiare nella quale esso si trova quotidianamente e come viene gestita e programmata la sua quotidianità.

 

Come funziona il servizio Formazione Badanti e familiari Caregiver 

 

A seguito dell’analisi, la psicologa prepara una proposta di intervento da illustrare alla famiglia e che può essere sviluppata nei seguenti modi:

  1. Se la famiglia intende inserire un’assistente familiare a domicilio, la psicologa si occuperà di programmare una serie di incontri a domicilio con l’assistente familiare per comprendere le sue difficoltà nella gestione del paziente ed eseguire un intervento di formazione badanti che permetta di acquisire le strategie più corrette di gestione dei possibili disturbi del comportamento, oltre che delle modalità più adeguate per la relazione e per la stimolazione dell’assistito. Per stimolazione si intende il mantenere l’assistito in attività dal punto di vista cognitivo e sociale (evitare situazioni di isolamento, lasciare l’assistito tutto il giorno davanti alla televisione etc.)
  2. Nel caso in cui il caregiver manifesti difficoltà nella gestione del paziente a domicilio, nel suo rapporto con l’assistito e/o rispetto al vissuto di malattia, la psicologa può proporre una serie di incontri con il familiare (da svolgere preferibilmente presso la Cooperativa o la stanza concessa dalla RSA Il Giglio) per comprendere quali siano le situazioni di maggiore disagio, le modalità abituali di reazione e comportamento da parte del caregiver, in modo da aiutare quest’ultimo ad acquisire strategie di gestione, relazione, stimolazione più adeguate e funzionali per l’assistenza del proprio familiare. Questo servizio va inteso come una sorta di educativa geriatrica per il caregiver che prende in considerazione tutti gli ambiti della vita del paziente e del caregiver stesso. In alcuni casi infatti, è necessario aiutare il caregiver anche nell’organizzazione dell’ambiente e delle routine che vengono imposte all’assistito e/o nella gestione del suo tempo dedicato all’assistenza.
  3. Per entrambi i servizi può essere proposto un monitoraggio dell’andamento della situazione di assistenza a seguito del programma di trasferimento di competenze e/o di psico – educazione. Il monitoraggio viene svolto dalla psicologa organizzando un successivo incontro dopo tre mesi dall’intervento. La famiglia può comunque richiedere questo servizio in qualsiasi momento se lo ritiene necessario.

 

I due servizi sopra illustrati possono essere concomitanti, nel senso che l’inserimento di un assistente familiare adeguato e formato non esclude la possibilità che il caregiver si trovi comunque in difficoltà nella gestione e nel rapporto con l’assistito. Spesso infatti, il caregiver continua a convivere con l’assistito nonostante l’inserimento dell’assistente familiare. L’inserimento di un assistente familiare non elimina le possibili difficoltà e il disagio che il caregiver vive rispetto al vissuto di malattia e alla gestione del proprio familiare.

Il caremanager che prende in carico la famiglia deve saper riconoscere le situazioni che ipoteticamente necessitano di questo tipo di servizio accessorio, nell’ottica di una presa in carico globale della famiglia e di una continuità rispetto all’assistente familiare inserito.

Il servizio può essere utile e proponibile anche alle famiglie che si rivolgono alla Cooperativa per altri progetti come Atelier Alzheimer e per il Servizio di Riabilitazione neuro – cognitiva.

Responsabile Servizio di Trasferimento di competenze e psico – educazione per assistenti familiari:

Dr.ssa Elena Poli – Psicologa – Care Manager di Nomos

I nostri servizi per te e la tua famiglia.

  • Badante in famiglia

    Vuoi affidare un tuo caro ad una badante? I nostri “Care Manager” ti aiutano a trovare la persona più adeguata e affidabile per rinnovare  l’equilibrio familiare.

  • Assistenza a domicilio

    Ti serve assistenza per garantire l’igiene e la salute di un tuo familiare? I nostri “Care Manager” coordinano il lavoro di una serie di professionisti a casa tua.

  • Riabilitazione per Demenze

    Cerchi aiuto per assistere un tuo caro affetto da Alzheimer o altre demenze senili? Scopri i servizi di Riabilitazione Neurologica di Nomos!

I nostri progetti

i nostri contatti

Scopri tutti i nostri servizi